Good Morning, Mr. Orwell

1984:

good morning mr orwell“Quindi la faccia del Grande Fratello disparve a sua volta e i tre slogans del Partito, invece, apparvero, a lettere cubitali:
LA GUERRA È PACE
LA LIBERTÁ È SCHIAVITÙ
L’IGNORANZA È FORZA

Orwell immaginava così il futuro prossimo, il suo 1984. Un mondo dove tutto è permesso, perché non c’è legge scritta, e dove tutto è tenuto costantemente sotto controllo dall’occhio del Grande Fratello.

Niente, apparentemente, è proibito. Tranne pensare, tranne amare, tranne divertirsi: tranne vivere.

Tutta l’umanità è sottomessa al grande dittatore: una televisione portatrice di messaggi ed ideologie capaci di distruggere le diversità, le identità  e le differenze tra le società, le civiltà e gli uomini, uniformandole e unificandole in un codice unico e universale (cosa che poi realmente è avvenuta ed è un processo tuttora in corso).

Nam June Paik reagisce a questa concezione e insieme a un nutrito gruppo di artisti provenienti dalle esperienze più diverse, dedica a Orwell, proprio il primo gennaio del 1984, quella che fu la prima trasmissione/installazione satellitare e dimostrando che così che l’artista è capace di ribellarsi alla visione del mondo di Orwell ed è capace di costruire una televisione contro.
E lo fa mandando la sua arte (non a caso è considerato il padre della video art) contemporaneamente in più paesi del mondo, verso 25 milioni di persone.

Il messaggio è che l’interattività globale può sconfigge la televisione ideologizzata capace di renderci tutti schiavi; un ruolo che oggi è affidato al web.

Per costruire l’ideale positivo di una cultura dell’incrocio e salvare il mondo dai totalitarismi (politici, mentali, culturali…) si è levata la piuma di John Cage per suonare un cactus amplificato… e oggi?

http://vimeo.com/48905025

Una collezione di clip video è visibile qui

Annunci

2 commenti

Archiviato in Altre pillole

2 risposte a “Good Morning, Mr. Orwell

  1. Il link vimeo non funziona.

    Questo blog è bellissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...